Lì, dove Balestrate è nata, è anche morta

Lì, dove Balestrate è nata, è anche morta

Chi siamo, noi? Da dove veniamo, cosa abbiamo da offrire della nostra storia? Lì, dove un’immaginaria balestra fu schioccata per disegnare i confini del nostro paese, ci sono i resti di una Leggi tutto »

 

Lì, dove Balestrate è nata, è anche morta

14112041_10210135902418672_1148060513_n

Chi siamo, noi? Da dove veniamo, cosa abbiamo da offrire della nostra storia? Lì, dove un’immaginaria balestra fu schioccata per disegnare i confini del nostro paese, ci sono i resti di una festa in spiaggia. Dove il re Federico d’Aragona

Il mistero delle autobotti scomparse e quella ditta che ha il monopolio dell’acqua…

Il_peccato_e_la_vergogna

Il 2 agosto scorso il sindaco incontra gli assessori e discute dell’emergenza idrica. Ricostruiamo cosa ha fatto, quali sono stati i problemi, quali le mancanze di Comune e Amap. E solleviamo alcuni interrogativi. Uno tra tutti: in piena emergenza nessuno

Il silenzio di Amap e Comune: e se la verità sull’acqua fosse che…

LEGANERD_041720

In circa 16 giorni di crisi idrica, la società a cui i balestratesi danno i soldini per avere l’acqua non è degnata di un solo, ridicolo, maledettissimo comunicato. Sul sito dell’Amap troviamo informazioni su Palermo, persino su Lascari e Campofelice

La crisi dell’acqua: ecco gli errori dell’Amap e come fare ricorso

In questo post proviamo a ragionare sulla crisi idrica a Balestrate, sui danni che i balestratesi hanno subito e su come avere un rimborso. Perchè quando l’acqua arriverà, il rischio sarà che tutto venga dimenticato. Invece è dovere dei balestratesi

Basta minchiate sull’acqua, sia il Comune a pagare i danni ai cittadini

via

Che colpa ha il Comune se si rompe un tubo dell’acqua e a Balestrate scoppia l’emergenza? Messa così, potrebbe effettivamente esentare da responsabilità un’amministrazione. Il problema è che la crisi dell’acqua che sta mettendo in ginocchio un intero paese ha

Pubblicità sui social? Attenzione al fai da te!

miciopubbli

Curate voi la gestione dei social del vostro negozio? L’avete affidata a vostro figlio o cugino? Oppure è vostra moglie o vostro marito che posta su Facebook le foto dei prodotti che vendete, con tanto di prezzo e scritta “offerta